Etnies SHECKLER 430206, Unisex – Bambini Scarpe da ginnastica – skateboarding weiss white/red/black174

B002RL8EV2

Etnies SHECKLER 430206, Unisex – Bambini Scarpe da ginnastica – skateboarding weiss (white/red/black174)

Etnies SHECKLER 430206, Unisex – Bambini Scarpe da ginnastica – skateboarding weiss (white/red/black174)
  • Materiale esterno: Nabuk
  • Fodera: Sintetico
  • Materiale suola: Gomma
  • Chiusura: Stringata
Etnies SHECKLER 430206, Unisex – Bambini Scarpe da ginnastica – skateboarding weiss (white/red/black174) Etnies SHECKLER 430206, Unisex – Bambini Scarpe da ginnastica – skateboarding weiss (white/red/black174) Etnies SHECKLER 430206, Unisex – Bambini Scarpe da ginnastica – skateboarding weiss (white/red/black174) Etnies SHECKLER 430206, Unisex – Bambini Scarpe da ginnastica – skateboarding weiss (white/red/black174) Etnies SHECKLER 430206, Unisex – Bambini Scarpe da ginnastica – skateboarding weiss (white/red/black174)

Il 10 maggio 2017, il presidente di Sogemi Cesaro Ferrero  ha presentato un piano di rifacimento  per l’intera area dell’ortomercato, chiedendo una delibera entro la pausa estiva.

Due settimane prima,  intervistato da Radio Onda d’Urto , aveva ribadito peraltro che la responsabilità della decisione finale sulla palazzina di viale Molise è del comune di Milano. La giunta stessa si era detta disposta al dialogo; e di questa apertura aveva subito approfittato Macao, giocando al rilancio e  suggerendo di acquistare l’edificio .

I TEMI DELLA RASSEGNA 2017

  • WEB  
  • TLC  
  • gennaio:  Eros ; febbraio:  L’Altro ; marzo:  Prigionie ; aprile:  Gioco ; maggio:  Futuro .

    Fortemente intrecciate con i fini che Libri in Movimento si prefigge, le suggestioni tematiche guidano la rassegna e gli incontri che la realizzano. Sono i temi che determinano la scelta degli ospiti e dei libri e non il contrario, e, a loro volta, in ogni edizione i temi sono articolati e legati fra loro attraverso un  fil rouge  sotterraneo.

    Quest’anno la rassegna parte interrogandosi sull’Eros, la tensione che domina qualsiasi relazione fin dai suoi esordi; la tensione erotica si rivolge all’Altro, il diverso o lo straniero che, tra i suoi significati, annovera anche, come diceva Plutarco, il “ due volte estraneo a sé stesso ”. Continua, così, la scommessa dello scontro-incontro, e della relazione che si instaura, attraverso due momenti salienti del suo sviluppo: Prigionie e Gioco, elementi all’apparenza in antitesi che governano, però, l’arena della conoscenza e dell’esperienza vitale per, poi, aprirsi al Futuro. Perché ogni relazione, intima e di comunità, porta a un cambiamento e alla proiezione e realizzazione di sogni, attese, desideri e progetti.

    La rassegna ha ottenuto i pregevoli Patrocini del Presidente della Provincia di Brescia, del Comune di Brescia, dei Comuni di Iseo, Provaglio d’Iseo, Concesio, Calvagese d/Riviera e Roncadelle, del Presidente della Fondazione ASM – A2A, dell’ARCI provinciale, della CGIL Camera del Lavoro di Brescia e della Fondazione S. Pietro in Lamosa.

    Ha, inoltre, ottenuto, a parziale copertura delle spese, dei contributi economici dall’ARCI provinciale, dalla CGIL bresciana, dal Comune di Roncadelle attraverso l’Associazione Don Chisciotte e dalla Leonessa Viaggi di Brescia.

    Per conoscere tutti gli ospiti, i libri che li accompagnano e i luoghi degli eventi visita il sito di  Libri in Movimento

    Segui la  pagina facebook della rassegna

    Scarica il programma della rassegna:  Programma rassegna

    PA “paperless”. Sulla buona strada, ma attenti agli "irriducibili" della carta.  Sui propri comportamenti virtuosi i dipendenti pubblici rivelano anche di aver ormai preso l'abitudine di stampare fronte-retro (lo fa il 90% degli intervistati), di riutilizzare la carta (lo fa l'87%) e di riutilizzare buste, carta e scatole (oltre il 60%). La spesa della PA per “Carta, cancelleria e stampati”, infatti, si è molto ridotta negli ultimi anni: per esempio, i Comuni nel 2015 hanno speso 88,14 milioni di euro contro l’oltre 1 miliardo di euro nel 2010. Ma c’è un decisivo margine di miglioramento, perché si potrebbero distribuire i documenti alle riunioni solo in formato elettronico (il 20,8% degli intervistati non lo fa mai) o perdere definitivamente l’abitudine di stampare i documenti da leggere e da studiare (pratica frequente per il 52,7% dei dipendenti pubblici) - per non parlare degli “irriducibili” (il 14,7%) che spesso stampano le email. Se ciascuno degli oltre 3 milioni di dipendenti pubblici evitasse di consumare 500 fogli l’anno, potremmo ridurre il consumo complessivo di 8142 tonnellate di carta. Questo vorrebbe dire non abbattere 122 mila alberi, risparmiare oltre 3 miliardi e mezzo di litri di acqua, ridurre il consumo energetico nazionale di 62 milioni di KWh e non emettere in atmosfera 19.491 tonnellate di CO2.

    Mobilità, fiore all'occhiello.  Secondo gli ultimi dati Istat, in Italia il mezzo di spostamento prediletto per recarsi al lavoro è l’automobile, usata da oltre il 60% degli italiani. I dipendenti pubblici sono decisamente più virtuosi: a spostarsi sulle 4 ruote, secondo i risultati dell’indagine FPA, è il 45%. Tra questi. il 39,5% va normalmente in ufficio in macchina da solo e il 5,5% condivide l’auto con colleghi o amici. Basterebbe incentivare il carpooling, ovvero la condivisione dell'auto con almeno un collega, per ridurre a 750.000 le auto circolanti ogni giorno (ora sono 1,3 milioni) con un alleggerimento per il carico ambientale di 376 tonnellate di CO2 e un risparmio di oltre 230 milioni di euro solo per il carburante.

    Nota metodologica:  Il sondaggio si è svolto online e hanno risposto 700 dipendenti pubblici e 100 impiegati del privato o del terzo settore.

    Scarica la ricerca  "Per un'Italia green spendiamo le risorse e ripartiamo da una PA più sostenibile" , Maggio 2017, FPA - Collana Ricerche.

    NB. Il volume è gratuito, ma per scaricarlo occorre essere iscritti alla community di FPA. In caso di estrazione e utilizzo di parti della ricerca si prega di citare la FONTE.

    Quale modello per il futuro?
    Per comprendere meglio la posta simbolica e materiale in gioco, è bene ricordare che  a Milano ci sono più di 250 immobili abbandonati . Senza nemmeno entrare nel doloroso tema degli alloggi popolari sfitti – e delle molte famiglie senza casa – credo che il gesto di Macao aiuti anche a ribaltare il discorso che molti fanno sul degrado.

    Da tempo si è sviluppata un’ossessione dei mezzi di informazione nei confronti del decoro pubblico, di cui è espressione anche la cosmesi decisamente classista contenuta nel  decreto Minniti sulla sicurezza . Una cosmesi che si concretizza sia nei controlli mirati della polizia nei confronti di certe fasce di popolazione ( Crocs CC Star Wars Yoda Clog K, Zoccoli e sabot, Unisex bambino Blu Navy
    ), sia nella ridefinizione delle priorità di gestione urbana.

     OUR TRAIN STATIONS
    Milan   Rome   Bologne   Sneakers Hogan Rebel Grano
      Venice Naples   Turin   NIKE Roshe Run Sneaker Boot Unisex 615601 006, turnschuhe sneaker herren/ 1570941
      Brescia   NERO GIARDINI scarpe uomo sneakers basse P704751U/106 Grigio
    Salerno   Padua   Ferrara  
     OUR ROUTES
    Rome - Milan   Rome - Naples   Asics Asics GtCool Express Bordeaux/Grey Rosso / Multicolor
      Rome - Venice   Milan - Florence Venice - Florence   Florence - Naples            
     ITALOBUS
    Parma   Mantova   Modena   Cilento   Stivali inverno delle donne    casuali zeppa piuma Heel PU sandali US105 / EU43 / UK95 / CN45
    Bergamo   Potenza   Matera   Taranto